Il bagno è una delle stanze nelle quali la dimensione delle finestre è piuttosto ridotta rispetto a quelle presenti nel resto della casa. Per questo motivo, la minore presenza di luce naturale rende necessario progettare un impianto di illuminazione che permetta di valorizzare gli spazi anziché farli sembrare più bui di quanto non siano in realtà. Tenendo presente queste considerazioni, vediamo come posizionare le luci per illuminare il bagno sia un’attività strategica per organizzare al meglio l’architettura del nostro bagno, vediamo come grazie a questo articolo.

Come posizionare le luci per illuminare il bagno in modo ottimale?

Posizionare le luci per il bagno è fondamentale poiché, in questo ambiente ci troviamo a svolgere attività che necessitano di una buona illuminazione. Che si tratti di eseguire il trucco perfetto o di radersi la barba, lo specchio del bagno ha bisogno della luce giusta, infatti:

  • La luce dovrebbe illuminare in maniera intensa e uniforme, così da consentire la massima precisione in ogni occasione.
  • La posizione dovrebbe essere frontale e diffusa, perché solo in questo modo si avrà una luce di qualità e priva di ombre che possano disturbare la visuale mentre ci stiamo specchiando.
  • Per quanto riguarda la gradazione, sarebbe meglio prediligere una tipologia di luce tendente al bianco neutro (4000÷5000K) al fine di non modificare il colore della pelle.
  • L’illuminazione dovrà essere intensa ma non abbagliante, perché deve permettere all’occhio di essere attento senza affaticarsi.

Giochi di luci per momenti di vero relax

Le luci utili ad illuminare la zona dedicata al box doccia o alla vasca da bagno sono da prevedere in modo diametralmente opposto rispetto a quelle per la zona del lavandino. Inoltre, la luce è anche un elemento di arredo con il quale si può giocare per personalizzare ulteriormente l’aspetto del nostro bagno e la zona della vasca è quella che maggiormente si presta alla creatività e alla fantasia. Ecco alcuni consigli:

  • È preferibile posizionare luci soffuse, meglio se di intensità regolabile, per creare un’atmosfera di vero relax.
  • Si può optare anche per un’illuminazione scenografica ed emozionale, magari puntando su un effetto “cromoterapia” con l’utilizzo di RGB resistenti all’umidità dell’acqua.
  • Un aspetto non trascurabile in questa zona riguarda le norme di sicurezza: prima di acquistare punti luce che assolvano alle funzioni elencate in precedenza, è bene sincerarsi del fatto che le luci siano sicure se mai dovessero entrare in contatto diretto con acqua e umidità (gradi di protezione IP).

Le zone di passaggio sono centrali

Le zone di passaggio sono centrali quando si tratta di collocare le luci per l’illuminazione del bagno. In queste aree la luce dovrà essere:

  • Calda e diffusa: è preferibile evitare luci bianche per non correre il rischio di illuminare il bagno in modo asettico, come se fosse una stanza di ospedale o qualcosa di molto simile.
  • Si potrebbe osare scegliendo lampadari di design e dai colori eccentrici e sgargianti oppure sontuosi lampadari anticati dallo stile retrò, ma ovviamente dipende dalla tipologia di arredamento scelto e dal gusto personale.

Illuminazione ed arredo bagno di qualità

Come è possibile intuire dalle considerazioni precedentemente avanzate, per posizionare le luci per illuminare il bagno è necessario tenere presente sia la funzione di ogni zona sia il fatto che le luci servono a valorizzare lo spazio.

Strutturare un sistema di illuminazione di qualità, però, non significa che necessariamente ci si debba dimenticare di fare attenzione al risparmio energetico e di conseguenza all’ambiente.

Oltre all’ illuminazione, anche i materiali con cui viene realizzato l’arredo bagno giocano un ruolo importante in questo contesto.

Scegliere dei prodotti di qualità che siano creati con materiali eco sostenibili, altamente performanti e tecnicamente funzionali apporta due vantaggi significativi al bagno:

1. Hanno la capacità di durare maggiormente nel tempo.

2. Il comfort che ne deriva condiziona in modo positivo il benessere psico-fisico delle persone

Conclusione

Posizionare le luci per illuminare il bagno non è un compito semplice. Ogni zona ha una determinata funzione e ad ognuna di essa corrisponde una serie di accortezze da tenere in considerazione. Inoltre, prestare attenzione all’ ambiente scegliendo luci a risparmio energetico e scegliere un arredo bagno realizzato con materiali ecosostenibili garantisce numerosi vantaggi.

Ovviamente riuscire a comporre un progetto così elaborato può non essere un’operazione scontata da portare a termine. Ecco perché ci si può avvalere della collaborazione di esperti del settore che, conoscendo le moderne nozioni di illuminotecnica, riusciranno a creare un’illuminazione su misura per il vostro bagno, perfettamente in sintonia con l’ambiente e con il vostro stile di vita.

Redazione

About Redazione

Leave a Reply